REQUIEM PER UN TAMBURINO AFGHANO

21 aprile 2007 at 15:40 4 commenti

When the music’s over

Yeah, c’mon
When the music’s over
When the music’s over, yeah, When the music’s over
Turn out the lights, Turn out the lights
Turn out the lights, yeah
When the music’s over X3
Turn out the lights X3
For the music is your special friend
Dance on fire as it intends
Music is your only friend
Until the end X3
Cancel my subscription to the Resurrection
Send my credentials to the House of Detention
I got some friends inside
The face in the mirror won’t stop
The girl in the window won’t drop
A feast of friends, “Alive!” she cried
Waitin’ for me, Outside!
Before I sink, Into the big sleep
I want to hear, I want to hear
The scream of the butterfly
Come back, baby, Back into my arm
We’re gettin’ tired of hangin’ around
Waitin’ around with our heads to the ground
I hear a very gentle sound, Very near yet very far
Very soft, yeah, very clear, Come today, come today
What have they done to the earth?
What have they done to our fair sister?
Ravaged and plundered and ripped her and bit her
Stuck her with knives in the side of the dawn
And tied her with fences and dragged her down
I hear a very gentle sound
With your ear down to the ground
We want the world and we want it… X2
Now, Now?, Now!
Persian night, babe, See the light, babe
Save us!, Jesus!, Save us!
So when the music’s over
When the music’s over, yeah
When the music’s over
Turn out the lights X3
Well the music is your special friend
Dance on fire as it intends
Music is your only friend
Until the end X3

Il rogo dei libri a Monaco, il 10 maggio 1933 e (sotto) durante l’Inquisizione.

 

Quando La Musica è Finita

Yeah, vieni
Quando la musica è finita
Quando la musica è finita, yeah
Spegni le luci
spegni le luci, yeah
Quando la musica è finita
Spegni le luci
La musica è la tua amica speciale
Balla sul fuoco come come si intende
La musica è la tua sola amica
Fino alla fine
Cancella la mia sottoscrizione alla resurrezione
Invia le mie credenziali alla “Casa di detenzione”
ho degli amici lì
La faccia nello specchio non si ferma
La ragazza alla finestra non vuole cadere
Una festa tra amici, “Sopravvivi!” lei piangeva
Aspettando me, fuori!
Prima che sprofondo nel lungo sonno
voglio ascoltare, voglio ascoltare
Il grido della farfalla
torna, baby, torna tra le mie braccia
Siamo stanchi di vagare
aspettando con le nostre teste per terra
ho sentito un suono molto gentile, molto vicino e già molto lontano
Molto soffice, yeah, molto chiaro, torna oggi
Cosa hanno fatto loro per la terra?
cosa hanno fatto per la nostra sorella sempre giusta?
Devastata, saccheggiata, strappata e colpita
Bloccata con pugnali dalla parte dove nasce il sole
e bloccata recinti e trascinata nella desolazione
sento un suono molto gentile
Con il tuo orecchio al suolo
vogliamo il mondo e lo vogliamo
ora, ora? Ora!!!!
Notte persiana, bambina, guarda la luce, bambina
Salvaci! Gesù!, salvaci!
Cosi quando la musica finisce
Quando la musica finisce, yeah
Quando la musica finisce
Spegni le luci
La musica è la tua amica speciale
Balla sul fuoco come si intende
La musica è la tua sola amica

Fino alla fine

(The Doors)
 
Davide, il re musicista d’Israele, danza davanti all’Arca dell’Alleanza (miniatura francese del XII sec.).

Nota. Nazar Gul, 35 anni, è stato lapidato pochi giorni fa dai talebani sotto gli occhi del figlio dodicenne. La sua unica colpa era essere un suonatore di dohl, il tradizionale tamburo che si suona soprattutto durante i matrimoni; la musica che eseguiva era considerata “profana”.

 

 

****

RAHMATULLAH LIBERO http://www.emergency.it/appello/index.php?ln=It 

Annunci

Entry filed under: frammenti, religioni e società, Uguali&Diversi, voci dal sottosuolo.

5 PER MILLE: QUEST’ANNO… SCEGLI NOI! – Il progetto della Human Development Onlus IL SORRISO DEI BAMBINI

4 commenti Add your own

  • 1. ecumenici  |  22 aprile 2007 alle 20:02

    Una preghiera anche per noi

    Il volto della Halachah: severo. Quello della Aggadah: sorridente. La norma: pedante, grave, dura come il ferro… l’espressione del rigore.

    La Leggenda: indulgente, lieve, tenera come il burro… l’espressione della misericordia.

    (…) La Halachah e la Aggadah sono davvero due, ma sono un’unica cosa, due volti della stessa creatura.

    (Chaim Nachman Bialik, padre della moderna letteratura ebraica)

    Stragi in USA e in Turchia

    Una preghiera per partecipare al dolore perché condividendo lo si allevia forse un po’ e allo stesso tempo tutti possiamo continuare a vivere. E riprendere il sorriso.

    Salmo 1

    Beato l’uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi,

    che non si ferma nella via dei peccatori;

    né si siede in compagnia degli schernitori;

    ma il cui diletto è nella legge del SIGNORE,

    e su quella legge medita giorno e notte.

    Egli sarà come un albero piantato vicino a ruscelli,

    il quale dà il suo frutto nella sua stagione,

    e il cui fogliame non appassisce;

    e tutto quello che fa, prospererà.

    Non così gli empi;

    anzi son come pula che il vento disperde.

    Perciò gli empi non reggeranno davanti al giudizio,

    né i peccatori nell’assemblea dei giusti.

    Poiché il SIGNORE conosce la via dei giusti,

    ma la via degli empi conduce alla rovina.

    Rispondi
  • 2. sylvia  |  22 aprile 2007 alle 22:13

    La tua firma: una chiave per liberare Rahmatullah Hanefi

    http://www.repubblica.it/speciale/2007/appelli/rahmatullah/index.html

    Da venerdì sera, in piazza Farnese, in pieno centro di Roma, si raccolgono le chiavi simboliche per aprire la prigione di Rahmatullah Hanefi, l’uomo di Emergency imprigionato dalla polizia afgana per il ruolo svolto nella liberazione di Daniele Mastrogiacomo. Per la sua liberazione e per aprire anche alla pace, vi chiediamo una firma. Per ogni firma raccolta, Emergency aggiungerà una chiave nell’installazione di piazza Farnese.

    Rispondi
  • 3. ernesto  |  23 aprile 2007 alle 0:29

    …mi hai fatto piangere…addio povero tamburino sfortunato

    Rispondi
  • 4. Giorgio Schultze  |  24 aprile 2007 alle 22:14

    Appeal of Giorgio Schultze – European Humanist Forum Spokesman
    – Let’s save and free Rahmatullah Hanefi
    – Let’s support Emergency and its action in Afghanistan

    Ramatullah Hanefi
    Together with thousands of associations and NGOs, among which the humanists all over Europe, Emergency (www.emergency.it) asks help and solidarity so that the Italian government intervenes to free Rahmatullah Hanefi, the Emergency’s official who negotiated the release of the journalist Daniele Mastrogiacomo and now is in a Kabul prison and risks the death penalty.

    “The accusations against the Emergency’s intermediary are vile * and it is unbelievable – says Giorgio Schultze, European Humanist Forum spokeperson – that the Italian government continues in its indifference, when a person is accused because of what he did for a request of the Prime Minister and the Foreign Affairs Minister. The Italian government must act concretely to save the life of a person who spared no efforts to free another human being, an Italian citizen”.

    We invite all humanist structures and organizations in Europe to send this appeal to the Italian and Afghan embassies in their countries and to protest, even with small delegations, in every city where there is a diplomatic office of these two countries.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendario

aprile: 2007
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Most Recent Posts


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: