PER SEMPRE – La musica salverà il nostro futuro?

8 luglio 2007 at 8:09 13 commenti

Saranno anche solo canzonette, ma senza di esse non si potrebbe vivere. Letteralmente.

Sarà stato un grande business, ma al diavolo i calcoli, il cinismo, il disincantamento. Noi vogliamo il contrario. Vogliamo cantare. Le note sono salite fino al cielo, hanno fatto sognare, sperare, gridare e far l’amore. Si accusano spesso i giovani (e, sempre più, i “vecchi” giovani) di seguire maestri sbagliati, che le vere guide, semmai ce ne fosse bisogno, sono altre: governanti, capi religiosi.

Come possa “guidarci” Bush, penso sia noto a tutti, ormai. A lui interessa solo la guerra (santa). Nel caso specifico del Live Earth la sua posizione, dopo i ripetuti rifiuti degli accordi di Kyoto,  è inequivocabile: riduzione di metà dei gas serra entro il 2050. Si potrebbe definire una pena di morte camuffata da eufemismo; più brutalmente, trattasi di presa per il didietro.

Quanto al Papa stia a cuore la salute del pianeta è altrettanto noto.

Leggo: anche le star devono cambiare abitudini. Ovvietà. Assurdità. Fastidio. Alle “star” non si chiede alcuna coerenza fuori della loro arte. E l’arte è tutto. Il mondo sarebbe stato più povero, più incivile, persino meno buono senza Sergeant Pepper’s, senza Volare, senza Wish you were here. Senza Dylan e De André. E sono solo piccoli esempi.

Perciò, grazie Live Earth. Se sarai servito, non dico a loro, loro non cambiano, ma a noi, a renderci più teneri e solleciti verso questa nostra madre Terra svergognata e depauperata, se hai contribuito a renderci nuovamente radice, a ricordarci che il suono del mondo prosegue anche dopo il nostro contingente e opaco atomo d’universo, avrai regalato, ancora, all’infinito universo una stilla di rugiada. La poesia.

Daniela Tuscano

****

Fiaccolata per padre Giancarlo Bossi . Martedì 10 luglio, ore 21, ad Abbiategrasso (Milano). Ritrovo in centro.

ULTIM’ORA. Padre Bossi, liberato dopo un mese di prigionia, vedrà presto il Papa e intende tornare nelle Filippine. Ha dichiarato ai telegiornali: “Il mio rapimento non è imputabile all’Islam. Siamo tutti diversi e tutti uguali, e Dio ci ama allo stesso modo, perché vede in ognuno la propria umanità”. Invece nelle nostre sazie contrade, incapaci di tenerezza, l’odio e il sospetto per il “diverso” sono il pane quotidiano. E l’altro non è visto come un uomo, ma semplicemente come un nemico. Da abbattere.

Annunci

Entry filed under: Bresso, Milano e... dintorni, Italia, Europa, mondo, musi-cine-show-sport, semi di speranza.

LA DISINFORMAZIONE DELL’INFORMAZIONE BRUCI LA CITTA’

13 commenti Add your own

  • 1. alessio  |  9 luglio 2007 alle 11:36

    Ciao Dani!

    Io ero fuori per il week, un pezzo me lo son visto ugualmente…

    Era molto bello, soprattutto i RHCP. E’ vero, la musica non salverà il mondo ma almeno ci rende un pò più teneri… di questi tempi ce n’è bisogno…

    Un bacio

    A.

    Rispondi
  • 2. samuelesiani  |  9 luglio 2007 alle 20:27

    Chissà Dani che in realtà la generazione MTV possa riservarci qualche sorpresa… Chissà.
    Di certo tu ne saprai di più 😉

    Rispondi
  • 3. ernesto  |  10 luglio 2007 alle 10:18

    Cara Daniela, anch’io ero partito per un breve week (purtroppo queste vacanze per me saranno solo così, toccata e fuga). Tu quando parti? Fammi sapere. Un bacio grande

    Rispondi
  • 4. dario  |  10 luglio 2007 alle 15:39

    Secondo me si ! E chissa’ quante volte ha gia’ salvato il nostro futuro..! Vedo la musica come un’ Amica perfetta, l’Amica in comune che ci unisce e riunisce, che comprendi…e non importa se o quale lingua parli..!

    Ricordo la frase di una canzone di Fossati (non ricordo il titolo) che dice: ” in qualche posto lontano dal cuore c’e’ sempre un fiore che la guardia ci fa”.

    Per me la musica e’ quel fiore!

    Rispondi
  • 5. Valeria  |  10 luglio 2007 alle 21:49

    meglio che un concerto dle genere ci sia stato, 2 miliardi davanti alle tv e negli stadi sono tanti,spero proprio che ora queste stesse persone inizino ad installare nelle proprie case lampadine a basso consumo energetico, a consumare e sprecare meno acqua, ad installare (chi può) i pannelli solari per la produzione di acqua calda, a non tenere in stand-by gli apparecchi elettrici, ecc. Solo così saremo davvero “amministratori e custodi” del mondo che Dio ci ha consegnato e non più padroni-spreconi-distruttori di una terra che non ci appartiene,ma che ci è stata donata. Grazie ai cantanti che si sono prestati per questa opera.
    Come al solito le tv italiane sono state scadenti nel trasmettere, hanno perso un’altra occasione!

    Rispondi
  • 6. danielatuscano  |  11 luglio 2007 alle 8:16

    @ Vale: come scriveva Margaret A. Ogola: “Solo coloro che hanno avuto il coraggio di sognare sono riusciti a cambiare il mondo”. Per questo oggi va tutto così male. Nessuno sogna più. E si vede.

    @ Samu: lo spero e, in ogni caso, non (di)spero.

    @ Tutti: parto oggi, ne approfitto per salutarvi, anche se ogni tanto farò capolino da queste parti… forse. 😉

    Rispondi
  • 7. alessio  |  11 luglio 2007 alle 10:21

    Buone vacanze Dani.

    Ah, ho letto il tuo raccontino e l’ho votato (ma perchè non lo pubblichi anche qui? Delle volte proprio non ti capisco……..). Come al solito sai trovare delle espressioni molto poetiche p. es. a me piace molto “sguardo azzurro” e “ciuffi roridi di sole”, bellissimo, però è il finale che mi lascia perplesso… in fondo mi sembra sempre la storia del tipo che rinuncia all’amore (ma anche al sesso… perchè no?), si sacrifica perchè non si considera degno… e per questo ti ho dato 4 voti e non 5! spero non ti arrabbierai. ma è solo una mia impressione. bacio grande

    A.

    Rispondi
  • 8. Papà Volontario  |  13 luglio 2007 alle 0:15

    Ho una sola paura, che nessuno è ancora riuscito a levarmi: che non serva assolutamente a nulla, non solo perché cambierà poco o nulla, ma perché forse è già troppo tardi. Ciao.

    Rispondi
  • 9. pibua  |  15 luglio 2007 alle 10:50

    Buone vacanze 😉

    PS Scusa per la latitanza, ma avrai letto delle mie disavventure…

    Rispondi
  • 10. fax  |  20 luglio 2007 alle 16:56

    ‘Sera. Ma se la musica unisce e tocca i cuori, perchè tutti continuano a non ribellarsi a decisioni prese da singole persone?
    Perchè se abbiamo la possibilità di cambiare le cose, nessuno ha il coraggio di fare “veramente” un passo avanti?

    A forza di continuare ad aspettare arriveremo alla fine, no?

    Rispondi
  • 11. Alessandro Capriccioli  |  20 luglio 2007 alle 20:20

    forse

    Rispondi
  • 12. pibua  |  10 agosto 2007 alle 10:10

    Sei ancora in vacanza? Vagabonda! 😉

    Rispondi
  • 13. Tina  |  10 agosto 2007 alle 16:07

    Non parlatemi di sogni!IO sono una sognatrice e della peggior specie!….Daniela sono con te!
    però ha ragione anche fax..perchè se abbiamo a nostra disposizione un mezzo così potente:cioè le nostre comunioni d’intenti..non ci ribelliamo?se siamo in tanti…a non fare qualcosa…che alimenti il consumismo, lo spreco di energia, quello alimentare, ecc.ecc…le cose dovranno per FORZA DI COSE (scusate il giro di parole)CAMBIARE!..per cambiare il mondo bisogna credo ognuno di noi per primo..cambiare….qualcosa senza pensare ma se lo faccio solo io….ehehe perchè se tutti pensiamo così….quindi forza armiamoci e partiAMO!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendario

luglio: 2007
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Most Recent Posts


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: